Ricevo per appuntamento a Foligno (PG)
3663476471 manila.sodi@libero.it

social media icons linkedinsocial media icons instagramsocial media icons facebook

Psicologa Psicoterapeuta - Analista Transazionale - Terapeuta EMDR

Strategie per supportare il Metodo di Studio e l’Apprendimento


        
    

Per insegnare il latino a Giovannino, non basta conoscere il latino, bisogna innanzitutto conoscere Giovannino.” – Jean-Jaques Rousseau

Supportare il Metodo di Studio in ragazzi e ragazze che presentano difficoltà d’apprendimento o una disabilità intellettiva, è un’attività complessa e delicata che prende il nome di Scaffolding.

Si parte dal presupposto che l’autorealizzazione sia un diritto fondamentale di tutti gli esseri umani. L’aiuto offerto passa attraverso una relazione di fiducia e si fonda su conoscenze e competenze che richiedono una formazione continua e volontà di sperimentare. Inoltre, una rete di collaborazione tra Scuola-Famiglia-Specialisti.

Oltre a conoscere bene la normativa, le diagnosi e il cervello adolescente, bisogna possedere spiccate capacità di osservazione e comunicazione continuamente allenate con consapevolezza e intervisione/supervisione. Bisogna inoltre possedere una sensibilità fuori dal comune per cogliere i bisogni e le caratteristiche al fine di costruire soluzioni personalizzate efficaci per l’apprendimento, la crescita e l’inclusione.

Date queste premesse importanti, illustrerò alcune strategie didattiche di cui ci si può avvalere quando si vuole aiutare un ragazzo o una ragazza ad apprendere in modo da poter essere più soddisfatto di sé e potercela fare da solo/a accrescendo autostima e autonomia.

Il Prompting consiste in un suggerimento o prompt che può essere di vario genere: verbale, gestuale, iconico. ad esempio l’iniziale di una parola o un simbolo. è molto utile quando il ragazzo non riesce a recuperare il ricordo di qualcosa che sa per difficoltà di memoria oppure di ansia da prestazione.

Il Chaining consiste nel suddividere un compito complesso in sotto-compiti. Ad esempio, si può suddividere un esercizio matematico in passaggi oppure la scaletta nella produzione scritta di un testo argomentativo. Grazie a questa strategia, il ragazzo si orienta nel compito, lo percepisce come fattibile, inoltre concluso ciascun passaggio può prendersi del tempo per una piccola pausa, si sente soddisfatto e si attiva il neurotrasmettitore dopamina, importante nel circuito della gratificazione e ricompensa molto sensibile in adolescenza, perciò si sente soddisfatto e quindi anche più motivato a intraprendere il passaggio successivo.

Il Fading consiste nell’evidenziare uno stimolo utile alla risoluzione di un compito che viene via via attenuato. Ad esempio negli esercizi di calcolo matematico, quando l’argomento è nuovo, si possono inserire degli indicatori (colori, frecce) per focalizzare l’attenzione su una informazione.

Il Formulario è una raccolta di formule, riportate nel modo più adeguato alle caratteristiche di ogni persona, che si sviluppa nel corso degli anni parallelamente al libro di esercizi. è utile poiché consente una consultazione agevolata e rapida di formule che ritornano nel tempo e limita l’eccessiva richiesta di aiuto esterno con ricadute sull’autostima e il senso di autoefficacia.

Il Glossario è un elenco di termini specialistici di una disciplina. ad esempio è utile per scienze per raccogliere tutti i termini in un unico spazio consultabile quando si incontrano nella lettura/ascolto di un argomento.

Il Quiz Interattivo costruito su piattaforme come Learning Apps e Wordwall. Si tratta di una forma di apprendimento ludico al passo coi tempi, cattura l’attenzione e consente un’autocorrezione (gli eventuali errori andranno poi compresi anche discutendone con il/la docente).

La Mappa Concettuale creata con software, che presenti un uso calibrato di font, colori, forme e immagini, supporta la comprensione del testo nella fase di costruzione, mentre supporta la produzione scritta e orale nella fase di utilizzo. Fornisce una visione di insieme efficace per il rapido ripasso o per un primo approccio ad un nuovo argomento. Può basarsi su organizzatori anticipati ad esempio per un autore di letteratura: biografia, opere, pensiero, poetica. Inoltre, su connettivi che conferiscono senso logico ai collegamenti.

 

BIBLIOGRAFIA

Morganti A., Bocci, F. (2017). Didattica Inclusiva. Firenze: Giunti.

Gaggioli, C., Capuano, A. (a cura di). (2022). Insegnare la Comprensione del testo agli studenti con DSA. Trento: Erickson.

Veste, M.A., Saponaro, M. (a cura di). (2021). Insegnare geometria agli studenti con DSA. Trento: Erickson.